Marcature sul fianco dello pneumatico: cosa significano?

Marcature sui fianchi dei pneumatici: cosa significano?, Servizio pneumatici per dispositivi mobili, specifiche, Sparky Express.

Ti sei mai chiesto cosa significano tutte le lettere e i numeri sul fianco dei tuoi pneumatici per auto?

C'è un'informazione più utile sui tuoi pneumatici di quanto pensi. Oltre alla marca, al modello e alle dimensioni dello pneumatico, sono presenti anche i contrassegni del Dipartimento dei trasporti degli Stati Uniti (DOT) e degli standard di sicurezza. Indicano che lo pneumatico soddisfa i requisiti di sicurezza stabiliti dal DOT. Vicino a questi segni, c'è anche il codice UTQG (Uniform Tyre Quality Grading) e le specifiche di carico, velocità e pressione massima di gonfiaggio, solo per citarne alcuni. Diamo uno sguardo più da vicino.

Come leggere le informazioni sul fianco del pneumatico

1‑4) Informazioni sulle dimensioni dei pneumatici.

Questi sono alcuni dei numeri più importanti su qualsiasi pneumatico, poiché ti dicono quanto sono grandi i tuoi pneumatici.

  • In questo caso, il pneumatico è di 245 millimeters nel suo punto più largo (quando è montato su una ruota di una larghezza specificata).
  • Il numero dopo la barra indica le proporzioni o il profilo. L'altezza del fianco di questo pneumatico è del 40 percento della sua larghezza.
  • La "R" sta per costruzione radiale (i pneumatici più rari a tele diagonali e con cintura sono indicati rispettivamente con una D e una B).
  • Il numero 18 indica che questo pneumatico si adatta a una ruota da 18 pollici.

A volte, le lettere precedono il primo numero. Una "P" sta per p-metrico, che è uno pneumatico utilizzato principalmente sulle autovetture. Un "LT" indica uno pneumatico per autocarri leggeri. Una "T" significa che è una scorta temporanea. Alcuni pneumatici hanno una "Z" o una "F" attaccata all'indicatore radiale, che denota uno pneumatico con classificazione Z (vedere la descrizione del servizio di seguito) o un pneumatico run-flat.

5) Descrizione del servizio pneumatici

Questo codice alfanumerico fornisce due informazioni chiave sulle prestazioni del pneumatico: quanto peso può sopportare e quanto velocemente può correre in sicurezza, il secondo un'altra buona indicazione se è destinato a una berlina familiare o a una macchina sportiva calda. Nel nostro esempio, il "93" indica la capacità di carico massimo di 1433 libbre. La lettera W indica la velocità massima, che si traduce in 168 mph, non qualcosa destinato al minivan della mamma. Consulta il nostro elenco di indici di velocità di seguito, che vanno da un minimo di "L" (solo 75 mph per alcuni pneumatici fuoristrada) a un massimo di Y (186 mph). Esiste anche una speciale classificazione di velocità ultraelevata: se uno pneumatico con classificazione Y ha parentesi attorno alla descrizione del servizio, ad esempio "(93Y)", significa che lo pneumatico è classificato per una velocità "superiore a 186 mph". Ci sono anche pneumatici con classificazione Z, ma quando è uscita quella designazione, nessuno pensava che sarebbe mai stato necessario un indice di velocità superiore a 149 mph. Per definizione, tutti i pneumatici con classificazione W e Y sono anche classificati Z, sebbene non tutti abbiano una "Z" in rilievo sul fianco.

  • L - 75 mph (120.7 km / h)
  • M - 81 km / h (130.36 mph)
  • N - 87 mph (140.01 km / h)
  • P - 93 mph (149.67 km / h)
  • Q - 99 mph (159.33 km / h)
  • R - 106 mph (170.59 km / h)
  • S - 112 mph (180.25 km / h)
  • T - 118 mph (189.90 km / h)
  • U - 124 mph (199.56 km / h)
  • H - 130 mph (209.21 km / h)
  • V - 149 km / h (239.79 mph)
  • W - 168 km / h (270.37 mph)
  • Y - 186 mph (299.34 km / h)
  • (Y) - più di 186 mph (più di 300 km / h)

6) Il punto rosso sulla gomma della tua auto. Cosa significa?

Molti, ma non tutti, i produttori di pneumatici notano il punto più pesante del pneumatico con un punto rosso. Alla fine non ha alcuna influenza sull'equilibrio di pneumatici e ruote, quindi ha poca importanza.

7) Calzamaglia

I numeri dopo la parola "usura del battistrada" indicano (sorpresa!) L'usura del battistrada del pneumatico, o quanto tempo è probabile che duri. Più alto è il numero, più è probabile che ne ricaverai più miglia. Ma i test che determinano la durata del battistrada non sono esatti. Gli esperti del venditore di pneumatici Tyre Rack riferiscono che le valutazioni dell'usura del battistrada possono variare. Citano l'esempio di due diversi pneumatici che vendono, uno di Goodyear e l'altro di Continental, che offrono entrambi una garanzia di 80,000 miglia di durata del battistrada. Ti aspetteresti che abbiano valutazioni di usura del battistrada simili, se non identiche, ma il Goodyear è 740, mentre il Continental è 600. Quindi prendi questo numero come un indicatore, ma non come un predittore esatto, della durata di uno pneumatico.

8-9) Trazione

La lettera dopo la parola "trazione" è una valutazione che risulta da un test di quanta aderenza genera uno pneumatico quando viene trascinato sul pavimento bagnato senza che il pneumatico ruoti. Non è di grande rilevanza per le auto di oggi, che hanno freni antibloccaggio che mantengono i pneumatici in movimento anche durante le frenate di emergenza. La lettera che segue la parola "temperatura" è un indicatore di quanto bene un pneumatico dissipa il calore, che aumenta notevolmente ad alta velocità. Ancora una volta, è di minore importanza rispetto alla valutazione della velocità del pneumatico, che ne tiene conto.

10-11) M + S Fango e neve

Alcuni pneumatici riportano un contrassegno "M+S", che sta per "fango e neve". Significa che lo pneumatico ha alcune capacità aggiuntive in quelle circostanze perché ha un po' di spazio in più tra i suoi blocchi del battistrada. Ma tali pneumatici non sono assolutamente pneumatici invernali (da neve) e potrebbero non essere nemmeno pneumatici per tutte le stagioni convenzionali. È qui che entra in gioco l'icona del fiocco di neve di montagna a tre punte accanto al marchio M+S. Se uno pneumatico ha quello stampato sul fianco, ha una notevole capacità di innevamento e dovrebbe essere considerato uno pneumatico invernale praticabile.

12) Equipaggiamento originale OE

Quest'area del pneumatico può visualizzare quella che viene chiamata la marcatura dell'equipaggiamento originale (OE). Le case automobilistiche a volte prendono uno pneumatico standard, pronto all'uso e ne modificano la costruzione o la mescola di gomma per funzionare meglio su uno dei loro modelli. Quindi, una Ford Escort e una Chevy Cruze potrebbero essere entrambe equipaggiate con pneumatici Firestone Firehawk AS che sembrano praticamente identici, ma i pneumatici di ciascuna auto potrebbero differire in modo significativo in modi che influenzano la guida e la maneggevolezza. Se i pneumatici del tuo veicolo portano un codice OE, è meglio sostituirli con la stessa marca e modello di pneumatico con lo stesso codice, se puoi. I negozi di pneumatici e i rivenditori online possono aiutarti a trovare pneumatici con il codice OE corretto per il tuo veicolo.

13) Materiali per pneumatici

Questo è un elenco dei materiali di costruzione del pneumatico, di interesse principalmente per gli ingegneri di pneumatici e gli appassionati di pneumatici.

14) Etichettatura DOT

Ogni pneumatico venduto negli Stati Uniti deve avere l'etichetta del Dipartimento dei trasporti (DOT) degli Stati Uniti. I primi due caratteri indicano la fabbrica di produzione e i successivi cinque o sei sono gergo specifico del produttore (per scopi di tracciamento, come nel caso di un richiamo). Gli ultimi quattro numeri indicano la data di produzione che ti consente di sapere quanti anni hanno i tuoi pneumatici con le prime due cifre che indicano la settimana e le ultime due l'anno (ad esempio, "2318" significa che lo pneumatico è stato prodotto nella 23a settimana del 2018 ). Potrebbe essere presente anche l'equivalente europeo del codice DOT (inizia con una "e"), sebbene un numero minore di produttori stia stampando entrambi sul fianco di uno pneumatico. Se questa stringa di numeri termina con "-S", significa che lo pneumatico è conforme alle normative europee sul rumore.

Torna al blog
1 of 3
.